Giornalismo

Il Referendum dei giovani monitoranti

libertà

Personalmente, penso che la diretta di Radio Anch’io sul Referendum sia stata un’ottima occasione per poter far sentire la nostra opinione e le nostre perplessità attorno a un tema così cruciale per l’Italia come le riforme costituzionali.

I giovani e il Referendum, la radio ne parla… al CoRiS

unity

La trasmissione di RaiRadioUno Radio Anch’io oggi ha trasmesso in diretta dall’aula Mauro Wolf del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma. Tema della puntata, i risultati del Referendum Costituzionale, con un focus su motivazioni e prospettive degli elettori più giovani.

Gli studenti di giornalismo alla prova del dibattito radiofonico

radio

Un approfondimento, un incontro di chiarificazione quello andato in onda nell’Aula Wolf (CoRiS) con il programma di Radio Uno, Radio Anch’io.
Tema del dibattito? Il post-referendum e il voto giovanile, determinante in buona parte per l’esito finale della competizione del 4 dicembre.

Terremoto: nuove possibilità di utilizzo dei Fondi Ue

Oltre alla possibilità di attivare strumenti come il Meccanismo europeo di Protezione civile, il sistema Copernico e il Fondo di solidarietà, per l’emergenza terremoto che ha colpito alcune zone del centro Italia sarà possibile utilizzare due ulteriori strumenti: il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) e la riprogrammazione dei fondi UE.

Quando la solidarietà europea diventa concreta

ricostruzione

Per fronteggiare l’emergenza terremoto il governo italiano ha presentato richiesta a Bruxelles per beneficiare del Fondo europeo di Solidarietà, volto a integrare gli sforzi degli Stati colpiti da gravi calamità naturali per facilitare il ritorno alle normali condizioni nell’area colpita. Istituito nel 2002 a seguito delle gravi inondazioni che hanno colpito l’Europa Centrale, il Fondo, già utilizzato dall’Italia per i terremoti del Molise nel 2002, dell’Abruzzo nel 2009 e dell’Emilia-Romagna nel 2012, viene utilizzato per il ripristino delle infrastrutture, per fornire vitto e alloggio temporaneo agli sfollati, per garantire la protezione del patrimonio culturale.

#italiasicura un Piano casa per l’emergenza

Il Governo, per fronteggiare il rischio sismico e idrogeologico, ha pianificato un “Piano di prevenzione strutturale del Paese”, con un finanziamento di 75 miliardi in 15 anni. Risorse che vanno ad aggiungersi a quelle già stanziate e destinate a questi due settori dall’Agenda di Governo.

Il giornalismo di guerra tra diretta e retroscena

Un progetto di crowdfunding. Un inviato del Tg3, che dalla short bio si scopre insignito di premi importanti e significativi come quello dedicato alla memoria di Ilaria Alpi. Una sfida, che consiste non solo nel raccogliere fondi sufficienti per la stampa e la distribuzione di un volumone di 650 pagine, ma soprattutto nel trovare un numero sufficiente di persone disposte a impegnarsi per non dimenticare. Questo è “Afghanistan Missione incompiuta 2001-2015”, di Nico Piro, edito da Lantana e nelle librerie da venerdì scorso.