Lo sport è uno dei target privilegiati per uno studente universitario che voglia cimentarsi con la pratica giornalistica – anche nel senso “non protocollare” del termine, dunque anche in funzione della “semplice” traduzione di una passione personale in una skill professionale, non necessariamente per raggiungere l’ambito tesserino, ma talvolta anche questo obiettivo viene raggiunto per questa via.

In che termini, allora, il giornalismo sportivo si pone come una sfida per un Dipartimento come quello di Comunicazione e Ricerca Sociale? Nella mission di ogni Dipartimento universitario rientrano le attività di connessione tra la propria community di studenti, ricercatori e docenti e il mondo del lavoro. Ciò si esplica principalmente nella consultazione degli stakeholder – le realtà che rappresentano le principali “mire” occupazionali dei nostri laureati – e nel monitoraggio delle opportunità di tirocinio formativo.

Come coniugare tutto questo con la volontà di uno studente di mettersi alla prova in un mondo come quello del giornalismo sportivo, al di là dell’istituzione del tirocinio formativo? Ossia, come inserirsi in quella che è una pratica quotidiana prima che un progetto formativo formalizzato e circoscritto nel tempo? È questa la sfida.

L’accordo con CalcioMercato.Com finalizzato alla partecipazione degli studenti del CoRiS alla community VivoPerLei è un modo per rispondere. Mentre scrivo, Pippo Russo, docente di Sociologia dello Sport all’Università di Firenze, editorialista di CalcioMercato.Com e “giudice” della community VivoPerLei lo sta spiegando agli studenti della Laurea Triennale in Comunicazione, tecnologie e culture digitali . Lo scorso mercoledì, in un “tour” tra la sede di via Salaria 113 e la Città Universitaria, si è confrontato con gli studenti delle Lauree Magistrali in Media, comunicazione digitale e giornalismo e con quelli di Organizzazione e marketing per la comunicazione d’impresa .

Quali vantaggi ha uno studente del CoRiS a partecipare al Bando di CalcioMercato.Com nel quadro della collaborazione con la Sapienza ? Maggiore visibilità, legata al “traino” di quello che è il primo sito di news calcistiche in Italia. Premi, nella forma di buoni acquisto Amazon. Ma soprattutto il voto dei giornalisti. È qui che si crea il contatto più diretto con il mondo del giornalismo sportivo. Portando in una piattaforma di blogging la propria individualità – un blog è pur sempre un diario personale – ma dichiarando la propria appartenenza a una community di studenti di Comunicazione e Ricerca Sociale. Confrontandosi con il mare aperto del web attraverso la doppia mediazione dei docenti del proprio corso di laurea, in qualche misura “garanti” del lavoro presentati, e dei giornalisti di CalcioMercato.Com. Questi ultimi, giudici imparziali della qualità del prodotto, hanno, nel quadro dell’accordo con Sapienza, tutto l’interesse a coltivare una community di studenti/blogger da fidelizzare nel tempo, da seguire nel loro percorso professionale, sul quale imprimere in qualche modo la propria impronta, i propri principi. Più analisi, meno flash news; originalità e attualità; titolo accattivante; sinteticità ed equilibrio; sintassi e formattazione corrette. Ma anche il mantra “commentare, non litigare”, in netta controtendenza con quello che sembra essere il trend decrescente della qualità giornalistica sul web.

I primi risultati sono incoraggianti, e mi fa piacere segnalare due “news”.

Alessio Dellinja, studente di Comunicazione, tecnologie e culture digitali ha vinto, nella settimana 14-20 ottobre, il premio come miglior esordiente con il suo articolo “Indossiamo la maschera, perché adesso tocca fare i supereroi“.

Dello stesso corso di laurea triennale è Matteo Di Mango, che è arrivato in finale per il trofeo della critica, con 116 letture e un altro ottimo articolo commentato da Pippo Russo come esponente della giuria di qualità.

Dopo l’opera di disseminazione sistematica realizzata con CalcioMercato.Com grazie all’infaticabile Pippo Russo, la speranza è che queste best practices contagino sempre più studenti del CoRiS. The best is yet to come! ;)

Per partecipare, è necessario registrarsi sulla piattaforma – qui tutte le info – e inviami i propri dati (nome, cognome, corso di studi, mail, nickname) all’indirizzo christian.ruggiero@uniroma1.it.

Condividi dove vuoi: