Negli anni ‘60 prevedevano che avremmo fatto tutto con il telefono. Un libro rivela perché

Il 26 giugno 1962 un settimanale di Trapani titolava: “Nel 2000 i telefoni faranno tutto loro”. L’articolo prevedeva giornali recapitati dal telefono via fax, banche telematiche, telefoni con comandi vocali, corsi a distanza, mostre e libri in rete. Pronosticava pure che avremmo utilizzato il telefono dall’auto, dall’aereo e da qualsiasi altro mezzo. Il ritaglio di Trapani Nuova uscito dall’archivio dei figli dell’allora direttore, Nino Montanti, è stato condiviso decine di migliaia di volte sui social, circondato da meraviglia e incredulità.
Quella che ai nostri occhi appare come una ‘profezia’ vecchia di 56 anni non è però frutto di fantasia. L’articolo è autentico, quasi ogni affermazione corrisponde a invenzioni, ipotesi, tecnologie e ricerche reali. Il tutto nell’ambito di un clima culturale sul futuro sviluppatosi a partire dai primi anni del ‘900. A raccontarlo è un libro del giornalista Edoardo Poeta, “Il futuro è sempre esistito” pubblicato da Edizioni Falsopiano, 2018  (distributore: CDA).
Le 235 pagine del saggio di storia sociale e culturale, corredate da 500 note, raccontano le visioni del futuro negli Stati Uniti e nell’Italia degli anni ’60. Il libro svela non solo la provenienza dell’articolo di “Trapani Nuova”, ma anche quale fu il contributo degli italiani a tecnologie e idee anticipatrici dell’uso delle tecnologie che avremmo fatto un domani: pc desktop, orologi radiotrasmittenti, videotelefoni e banche dati.
La ricostruzione – frutto di anni di ricerche d’archivio e di interviste – racconta tra l’altro di chi, a partire dalla Belle Époque, aveva immaginato la Rete; di chi dagli anni ‘40 le ricerche vocali e di chi, a fine anni ‘60, poneva le basi delle comunità virtuali. Un viaggio nel “futuro del passato” tra curiosità, coincidenze, cultura pop, aneddoti, grandi personaggi, scienza, tecnologia e storia sociale. Con un interrogativo finale sul mondo di oggi: il futuro esisterà ancora?

Prefazione di Mario Gerosa. In appendice colloquio con Ugo Apollonio.
Edoardo Poeta, “Il futuro è sempre esistito” | Copertina flessibile: 235 pagine | Edizioni Falsopiano (2018) | Collana: Le arti | ISBN-10: 8893041014 | ISBN-13: 978-8893041010 | Distribuzione: CDA Consorzio Distributori Associati
Anteprima su www.falsopiano.com/futuro.htm
Sito web: www.futuroesistito.it