Archivio tag: giornalismo

“A casa loro”, il buon senso delle politiche migratorie

In un’intervista al Tg2 il segretario del PD Matteo Renzi ha voluto precisare le parole della tanto discussa “cartolina” diffusa dai profili social del suo partito. Nel farlo non solo ha confermato che non si è trattato, come si è pensato nelle prime ore, di un “errore” dello staff di comunicazione ma che si tratta di una precisa scelta politica e culturale. Quella già vista nel decennale rapporto tra media, politica e immigrazione.

IL PERICOLO CORRE IN RETE. LA NUOVA FRONTIERA DELLA MINACCIA CIBERNETICA. Roma, 15.06.2017

 

IL PERICOLO CORRE IN RETE.

LA NUOVA FRONTIERA DELLA MINACCIA CIBERNETICA

Seminario internazionale

organizzato dalla Delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare della NATO

Fuga dal manicheismo: fake news, post-truth o giornalismo?

Da diversi mesi a questa parte, praticamente non passa giorno senza che numerosi protagonisti del dibattito pubblico (politico e non solo, italiano e non solo) si accusino vicendevolmente di voler condizionare l’opinione pubblica attraverso il ricorso strumentale a fake news, ovvero notizie/non-notizie costruite ad arte sulla base di fatti non veri, incompleti o strumentalmente interpretati, e riguardo ai quali vige il presupposto che sia l’autore, sia chi ne fa uso e contribuisce a diffonderli, siano pienamente consapevoli di ciò. Queste notizie/non-notizie possono essere veicolate sia attraverso i news media del giornalismo mainstream come stampa e televisione (e in questo caso l’accusa di manipolazione proviene tendenzialmente da quella parte di opinione pubblica che si considera “antisistema”) sia attraverso contenuti che nascono e soprattutto si diffondono via web e social network sites, ospitati da pagine e/o all’occorrenza testate (o testate/non-testate) che scimmiottano, a volte anche nel nome stesso, i news media tradizionali.

Tra fake news e chilling effect: il giornalismo che sopravvive

«Il giornalismo è una professione in cui conta molto la passione, ma questa passione merita di essere giustamente retribuita». Con queste parole il Presidente del Senato Pietro Grasso ha dato il via alla II Edizione dell’Osservatorio sul giornalismo realizzato dal Servizio Economico-Statistico dell’AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), che si è tenuto nel pomeriggio di mercoledì 29 marzo nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani.
Un’analisi dettagliata sulla crisi e l’evoluzione del mondo dell’informazione, fatto sempre meno di carta stampata e notizie di qualità, le quali hanno ceduto il posto d’onore ai social media e al surplus informazionale. Un livellamento in discesa che ha distorto il valore di un mondo i cui mutamenti sono notevoli. Questi gli elementi salienti emersi dalla presentazione del rapporto e dalla proficua discussione con ricercatori, giornalisti ed esperti.

Il giornalismo di guerra tra diretta e retroscena

Un progetto di crowdfunding. Un inviato del Tg3, che dalla short bio si scopre insignito di premi importanti e significativi come quello dedicato alla memoria di Ilaria Alpi. Una sfida, che consiste non solo nel raccogliere fondi sufficienti per la stampa e la distribuzione di un volumone di 650 pagine, ma soprattutto nel trovare un numero sufficiente di persone disposte a impegnarsi per non dimenticare. Questo è “Afghanistan Missione incompiuta 2001-2015”, di Nico Piro, edito da Lantana e nelle librerie da venerdì scorso.

L’analisi del Telegiornale spiegata con un video (divertente)

Non è sempre facile spiegare il lavoro di analisi dei media, lo sguardo delle scienze o della sociologia della comunicazione. Per fortuna un breve video può aiutarci. Ed è anche divertente.

Tirocinio a Romanews: quando le testate assumono ancora

romanews

Molti ragazzi arrivano ai corsi di laurea in comunicazione con il sogno di diventare giornalisti sportivi; è il caso di Andrea Lamberti, studente ventitreenne della Sapienza, che ci ha raccontato la sua esperienza da stagista a Roma news (Romanews.eu), sito d’informazione sportiva dedicato all’AS Roma. Non essendo l’azienda sul portale Job soul, Andrea è arrivato a Roma news rispondendo a un annuncio pubblicato sul sito stesso, a cui ha fatto seguito un colloquio conoscitivo e un corso di formazione primo dello stage vero e proprio; il corso si è svolto nell’arco di un mese ed ha permesso ad Andrea di apprendere, tra le varie cose, anche la tecnica dell’articolo di rassegna stampa (“Citare sempre la fonte e inserire il nome e cognome del giornalista”) .