Archivio tag: giubileo crul

MediaPeriscope al Giubileo CRUL

Gli studenti del secondo ciclo di seminari GO! Laboratorio di Giornalismo Online hanno realizzato per MediaPeriscope uno speciale dedicato al IV e conclusivo convegno del ciclo “Dialoghi sulla sostenibilità”. Il convegno è qui raccontato attraverso interviste, approfondimenti, video e uno storify che ricostruisce i momenti salienti della giornata. Buona lettura!

Giubileo CRUL: un esperimento interateneo per un paradigma culturale sostenibile

GiubileoCRUL

Mercoledì 18 maggio 2016 nell’aula Magna del Rettorato Sapienza si è svolto il IV e conclusivo evento del ciclo: “Dialoghi sulla sostenibilità Roma 2016 – L’impegno coordinato degli Atenei del Lazio in occasione del Giubileo Straordinario 2015 – 2016”. Nato dalla spinta promotrice del CRUL – Coordinamento Regionale delle Università del Lazio e del suo Presidente Prof. Mario Panizza, questo ciclo di eventi dal percorso accademico e laico, per brevità definiti Giubileo CRUL, ha saputo comunque accordarsi in maniera armoniosa all’evento religioso che ne tributa attenzione sin dal titolo, a cui è presumibilmente debitore dello spirito collaborativo che ha contraddistinto la realizzazione degli eventi.

Diffida dell’uomo con una sola fonte d’informazione

Le parole di Tommaso D’Aquino suonano più moderne che mai: “Diffida dell’uomo di un solo libro.”, così diceva il frate domenicano vissuto dal 1225 al 1274; parole che si riadattano alla contemporaneità, in cui non solo i libri, ma anche la rete, i social network, i giornali online, oltre ai classici giornali cartacei, sono fonti di informazioni. E così il mantra medievale di D’Aquino è diventato “Diffida dell’uomo di una sola fonte d’informazione”: con queste parole il Presidente del Senato Pietro Grasso ha tenuto la sua Lectio Brevis durante il convegno “Una cultura per la società dell’informazione”, l’ultimo del ciclo di convegni intitolato “Dialoghi sulla sostenibilità – Roma 2016”, tenutisi in diversi atenei laziali da marzo a maggio 2016.

Meno algoritmi, più partecipazione!

C’era una volta la “partecipazione dal basso”. Eravamo tutti convinti che con il cosiddetto web 2.0 sarebbero stati abbattuti i muri dei circoli chiusi, dell’esclusività. E invece… Molti interrogativi stanno popolando la discussione attorno al tema della democrazione al tempo della Rete, del web come sistema democratico e luogo delle pratiche di libertà relazionali.

E per fortuna che siamo nativi digitali…

giovani_tecnologie

Aula Magna del Rettorato, la Sapienza. Accredito obbligatorio, controlli all’ingresso e posti riservati in sala, anche per noi giovani. Cultura, informazione e modernità: queste le parole chiave del convegno che, da una brochure appoggiata su una poltroncina, leggo essere l’atto conclusivo di una serie di incontri sollecitati dal Comitato Regionale dei Coordinamento delle Università del Lazio e dal suo Presidente, in collaborazione con tutti gli atenei regionali e con il MIUR.

Parola d’ordine: resilienza

“La legge suprema sia in tutto l’attenzione alla dignità dell’altro, valore assoluto e indisponibile. Sia questo orizzonte di altruismo a contraddistinguere il vostro impegno: esso vi porterà a rifiutare categoricamente che la dignità della persona venga calpestata in nome di esigenze produttive, che mascherano miopie individualistiche, tristi egoismi e sete di guadagno”.

Periferie, disagio e sopravvivenza

Roma è una metropoli grande, forse troppo. Oggi conta quasi 2.7 milioni di soli residenti, senza tener presenti i cittadini domiciliati in città, gli studenti fuori sede, gli immigrati senza permesso di soggiorno e tutti coloro che risiedono nella capitale italiana senza essere dotati di documenti.