Archivio tag: informazione

IL PERICOLO CORRE IN RETE. LA NUOVA FRONTIERA DELLA MINACCIA CIBERNETICA. Roma, 15.06.2017

 

IL PERICOLO CORRE IN RETE.

LA NUOVA FRONTIERA DELLA MINACCIA CIBERNETICA

Seminario internazionale

organizzato dalla Delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare della NATO

Fuga dal manicheismo: fake news, post-truth o giornalismo?

Da diversi mesi a questa parte, praticamente non passa giorno senza che numerosi protagonisti del dibattito pubblico (politico e non solo, italiano e non solo) si accusino vicendevolmente di voler condizionare l’opinione pubblica attraverso il ricorso strumentale a fake news, ovvero notizie/non-notizie costruite ad arte sulla base di fatti non veri, incompleti o strumentalmente interpretati, e riguardo ai quali vige il presupposto che sia l’autore, sia chi ne fa uso e contribuisce a diffonderli, siano pienamente consapevoli di ciò. Queste notizie/non-notizie possono essere veicolate sia attraverso i news media del giornalismo mainstream come stampa e televisione (e in questo caso l’accusa di manipolazione proviene tendenzialmente da quella parte di opinione pubblica che si considera “antisistema”) sia attraverso contenuti che nascono e soprattutto si diffondono via web e social network sites, ospitati da pagine e/o all’occorrenza testate (o testate/non-testate) che scimmiottano, a volte anche nel nome stesso, i news media tradizionali.

Giubileo CRUL: un esperimento interateneo per un paradigma culturale sostenibile

GiubileoCRUL

Mercoledì 18 maggio 2016 nell’aula Magna del Rettorato Sapienza si è svolto il IV e conclusivo evento del ciclo: “Dialoghi sulla sostenibilità Roma 2016 – L’impegno coordinato degli Atenei del Lazio in occasione del Giubileo Straordinario 2015 – 2016”. Nato dalla spinta promotrice del CRUL – Coordinamento Regionale delle Università del Lazio e del suo Presidente Prof. Mario Panizza, questo ciclo di eventi dal percorso accademico e laico, per brevità definiti Giubileo CRUL, ha saputo comunque accordarsi in maniera armoniosa all’evento religioso che ne tributa attenzione sin dal titolo, a cui è presumibilmente debitore dello spirito collaborativo che ha contraddistinto la realizzazione degli eventi.

Meno algoritmi, più partecipazione!

C’era una volta la “partecipazione dal basso”. Eravamo tutti convinti che con il cosiddetto web 2.0 sarebbero stati abbattuti i muri dei circoli chiusi, dell’esclusività. E invece… Molti interrogativi stanno popolando la discussione attorno al tema della democrazione al tempo della Rete, del web come sistema democratico e luogo delle pratiche di libertà relazionali.

Uno storify per raccontare la sostenibilità

Sironi sostenibilità
Il primo incontro, ospitato dall’Università Roma Tre è stato dedicato al tema : “Ambiente, città e territorio”, con lo scopo di aprire una riflessione su un modello di città sostenibile, grazie all’impiego diffuso delle nuove tecnologie della comunicazione, della mobilità e dell’efficienza energetica.

Il secondo appuntamento ospitato dall’Università di Tor Vergata ha affrontato vari temi legati al rapporto tra “Scienza e benessere”, in prospettiva di  una  nuova sanità responsabile.

#ResistANSA, ma soprattutto #ResistAgenzia

Proprio in questi giorni è in corso una importante frizione di natura economica e sindacale tra la dirigenza della principale agenzia di stampa italiana, l’ANSA, e le sue redazioni, in seguito all’annuncio di un piano industriale che, di fronte a cospicue perdite di bilancio, prevede tra le altre cose un sensibile taglio all’organico stabile e ai budget attraverso i quali vengono retribuiti i collaboratori. In seguito all’annuncio di tale piano, i giornalisti dell’ANSA hanno proclamato alcune giornate di sciopero, che da un lato hanno avuto un tangibile effetto sui newsmedia italiani (che hanno l’ANSA tra le loro fonti privilegiate), dall’altro hanno suscitato una importante ondata di prese di posizione da parte di rappresentanti delle Istituzioni, politici, giornalisti, intellettuali, artisti ecc., in particolare attraverso l’uso dell’hashtag #resistANSA sulle principali piattaforme di social networking.

Il giornalismo asimmetrico

escher

A osservare l’attuale panorama giornalistico italiano non possono che saltare agli occhi diversi tipi di asimmetria. A tutti i livelli ai quali il sistema dell’informazione può essere ancorato appaiono delle discrepanze, a volte piuttosto vigorose, tra ciò che si fa e ciò che si può/potrebbe/vorrebbe fare, tra ciò che si ritiene eticamente giusto e ciò che si ritiene doveroso fare, tra i fattori che meriterebbero attenzione, investimenti, riflessioni e approfondimenti, e quelli che poi materialmente ricevono tali attenzioni, investimenti ecc.